In crociera

 

Crociera e accessibilità: un binomio vincente! Seguiteci: siamo crocieristi appassionati, anche perchè la crociera con il suo stile, il suo viaggiare lento per mare, l’emozione di entrare in porto e quella, altrettando indimenticabile, di prendere il mare alla fine di una giornata intensa riflette lo stile di viaggiarepertutti…

Per noi un modo sicuro, accessibile e confortevole di scoprire il mondo nonostante le difficoltà: navigate con noi!

Vi raccontiamo la vita di bordo e qualche consiglio su come preparare al meglio la vostra crociera in compagnia della vostra sedia a rotelle e poi… l’emozione delle nostre ultime crociere e delle nostre escursioni rigorosamente accessibili, dai Caraibi al Mediterraneo, dai fiordi norvegesi alla Grecia!

Prima di partire

Le navi da crociera su cui abbiamo viaggiato – sempre con Costa Crociere – sono tutte accessibili agli ospiti con difficoltà motorie o esigenze speciali, comprese esigenze alimentari, quindi basta scegliere l’itinerario che preferite e… via!
L’agenzia viaggi, al momento della prenotazione, potrà segnalare alla compagnia la vostra esigenza speciale: la compagnia chiede di compilare un modulo in cui evidenziare se si viaggia con sedia a rotelle (elettrica o no) e altre informazioni utili.
In caso il porto di imbarco sia da raggiungere in aereo (es. le crociere ai Caraibi) ricordate di fare la stessa segnalazione se avete necessità di assistenza in aeroporto: all’arrivo vi verrà offerta un’assistenza completa per l’uscita dall’aeroporto e il transfer in pullman sino alla nave.

Sulle navi sono disponibili alcune cabine attrezzate per ospiti con difficoltà motorie: si tratta di cabine con un bagno accessibile che vanno richieste al momento della prenotazione e che vengono assegnate in base alla disponibilità.

Un consiglio: dovendo scegliere l’itinerario, valutate che non sempre le navi attraccano direttamente in porto, in alcuni casi (es. isole piccole come Santorini o “sovraffollamento” di navi presenti in porto nello stesso giorno) rimangono in rada e lo sbarco avviene tramite tender che fanno la spola tra la nave e la terraferma.
Noi abbiamo imparato a consultare il “port schedule” di ogni porto, dove sono indicate giorno per giorno le navi presenti e l’attracco, così è possibile sapere in anticipo dove (salvo imprevisti, ovviamente!) sarà attraccata la vostra nave.

All’imbarco

Se raggiungete il porto con la vostra macchina prenotate il posto in anticipo sul sito dei parcheggi presenti nei vari terminal crociere: noi lo abbiamo fatto anche in passato in occasione di tutte le partenze da Venezia, Savona, Livorno. Ricordate di segnalare se avete il contrassegno disabili e portatelo con voi da esporre in macchina.

Al Palacrociere di Savona capita che a volte ci sia più di una nave, ma l’organizzazione è sempre garantita: ci è capitato diverse volte di imbarcarci in conteporanea con altre navi, ma ciascuna ha una sua area di parcheggio dedicato accanto alla nave. Qui potete consegnare i vostri bagagli: li ritroverete direttamente in cabina, e questa è davvero una cosa comoda, soprattutto se vi spostate in sedia!

Imbarcandovi con la sedia a rotelle gli addetti della Costa vi accompagneranno per tutte le formalità, dopo di che potrete raggiungere tranquillamente la vostra cabina.

Una delle cose più importanti da fare a bordo prima che la nave salpi è l’esercitazione di emergenza che garantisce la sicurezza dei passeggeri e la conoscenza delle cose da fare in caso di necessità. Ovviamente anche gli ospiti in sedia a rotelle la fanno e quindi, indossato il giubbotto salvagente, eccomi pronto!

Una giornata a bordo

Come sempre la crociera offre davvero a tutti la possibilità di viaggiare in modo confortevole e accessibile: sedie a rotelle, scooter elettrici, deambulatori si muovono agevolmente senza trovare ostacoli sulla nave, anzi godendo delle piccole – ma importanti – attenzioni che vengono riservate a bordo alle persone con esigenze particolari di ogni genere (non da ultimo la possibilità di segnalare particolari allergie e intolleranze alimentari e di poter usufruire quindi di diete speciali).

Una volta a bordo si può subito iniziare a godere di tutte le attrattive che offre una nave da crociera: dal buffet ricchissimo al teatro, dalla palestra superattrezzata ai ponti solarium, tutto rigorosamente accessibile tramite ascensori. A bordo della nave sono anche presenti diversi bagni “pubblici” attrezzati per i disabili così come aree dedicate ad esempio in occasione degli sbarchi durante le escursioni.

A bordo sono riservati posti per le persone con disabilità motoria, sia nei ristoranti che nei buffet, a teatro o accanto alle piscine, in modo da non avere difficoltà nel muoversi. Segnaliamo però che al momento non sempre le piscine di bordo sono accessibili, in quanto non dotate di un sollevatore.

In crociera si può fare praticamente quello che si vuole: quando la nave attracca in un porto si può decidere se scendere o stare a bordo, quando scendere, se fare escursioni organizzate o fai da te, se stare a terra fino all’ultimo (l’importante è risalire in nave all’ora indicata!) oppure fare una passeggiata più breve e poi godersi la nave semivuota…

Tutti possono scendere tranquillamente dalla nave: se la passerella risulta un po’ difficile da percorrere, il personale di bordo è pronto a dare una mano in tutta sicurezza!

Cosa fare a terra

Ogni porto riserva delle meraviglie da visitare: si può scegliere liberamente tra le escursioni proposte dalla compagnia e acquistabili sulla nave (o anche prima di partire), oppure organizzarsi in maniera autonoma, o fare entrambe le cose, magari l’escursione al mattino e una discesa in libertà al pomeriggio o alla sera, in base alla lunghezza delle soste.

Un suggerimento: la compagnia utilizza normalmente dei simboli per indicare il grado di difficoltà di ogni escursione e nella descrizione che viene fornita sul sito o nella brochure disponibile in ogni cabina viene specificato se l’escursione è sconsigliata agli ospiti con difficoltà motorie (ad esempio se sono previsti lunghi tratti a piedi su terreni accidentati, o scalinate…). Comunque l’Ufficio Escursioni a bordo vi darà tutte le delucidazioni possibili!

Lo sbarco definitivo

Quando purtroppo la crociera finisce, non finisce però l’assistenza che viene riservata alle persone con difficoltà motorie: viene indicato infatti un ritrovo dedicato in uno dei saloni della nave dove poter attendere in tranquillità il momento dello sbarco.