Viaggiarepertutti

Sei in Home - In Italia - L'Emilia Romagna - Parma accessibile
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
PARMA: L'ECCELLENZA NELL'ENOGASTRONOMIA... E NON SOLO
Tra le mete che da tempo avevamo messo in conto di visitare in modo accessibile figura Parma, centro di eccellenza nel campo dell'arte e della gastronomia con i suoi prodotti rinomati in tutto il mondo.

Ci siamo quindi organizzati e ne è nato un fine settimana all'insegna dell'accessibilità veramente indimenticabile, grazie anche a Food Valley Travel che ci ha accompagnati in un fantastico (nonostante il tempo!) percorso accessibile nel territorio.

Ecco cosa abbiamo fatto...
Parma è comodamente raggiungibile in autostrada, situata lungo la direttrice strategica dell'Autostrada del Sole a circa 1 ora e mezza da Milano, il nostro punto di partenza.
Come base per la notte abbiamo scelto un business hotel fuori dal centro storico, l'Hotel Forlanini 52, che offre camere attrezzate per disabili (4 su 19), spaziose e soprattutto dispone di un comodo parcheggio, con posto riservato per auto con contrassegno, proprio davanti all'hotel.
L'hotel, recentemente ristrutturato, è totalmente accessibile e, trovandosi in una zona periferica, offre la comodità di un ottimo ristorante interno che propone piatti tipici.
Il centro storico di Parma si trova a pochi minuti di macchina dall'hotel, ma per accedere in zona ZTL è necessario contattare gli uffici e comunicare alcuni dati relativi all'auto con contrassegno con cui si intende accedere (naturalmente il contrassegno va esposto per essere rilevato ai varchi). Tutte le info sono disponibili su questo sito.
Suggeriamo di fare attenzione perchè alcuni stalli per disabili sono riservati a contrassegni individuali.
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Il centro storico di Parma, antica città di origine romana posta lungo la Via Emilia, reca oggi l'impronta della signoria dei Farnese e, dopo varie vicissitudini sino al passaggio agli austriaci nel XIX secolo, del governo illuminato di Maria Luigia duchessa di Parma fino al 1847.
La città ci accoglie sotto un grigio cielo invernale con la centralissima Strada Garibaldi su cui si apre Piazzale della Pace, un vasto spiazzo antistante Palazzo della Pilotta oggetto di un recente progetto di riqualificazione da parte dell'architetto Mario Botta.
Palazzo della Pilotta, costruito a partire dal 1583 come palazzo dei servizi della casa ducale, deve il suo nome all'antico gioco della pelota che si praticava nei cortili e ospita oggi diverse istituzioni culturali tra cui la nostra prima meta, la Galleria Nazionale.
Arrivare con la sedia a rotelle sino al Piazzale della Pace percorrendo Strada Garibaldi non presenta alcuna difficoltà, ma da qui all'ingresso della Galleria (che si trova sotto le arcate che vedete nella foto) bisogna percorrere il piazzale lungo le corsie in pietra che non sono perfettamente uniformi e soprattutto sono di una larghezza tale da consentire il passaggio di una sola carrozzina o passeggino (consiglio vivamente di mantenere la direzione!!!).
Arrivati nell'androne rimanete sulla pavimentazione in porfido o lastroni, evitando le zone acciottolate. A questo punto vi troverete alla base dello scalone che dà accesso alla Galleria: qui trovate le indicazioni per chiamare il personale (volendo si può mandare una mail di preallerta alla Soprintentendenza se pianificate la visita in anticipo).
Vi verrà incontro un addetto che attraverso un percorso alternativo con ascensore vi accompagna sino alla biglietteria, illustrandovi con molta cura il percorso di visita (a proposito: grazie per la cortesia a tutto il personale!).
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
E qui comincia la meraviglia: non perdete assolutamente la visita al Teatro Farnese, realizzato interamente in legno nel 1618 e restaurato dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale. Durante la visita in Galleria vi potrete imbattere in capolavori di Leonardo, Correggio, Parmigianino, Beato Angelico... un consiglio, fatevi consigliare dai custodi - in base all'orario della vostra visita - quali sale visitare per prime in modo da poterle gustare prima della chiusura.
Dopo un veloce pranzo a base di panino con culatello, proprio di fronte al Teatro Regio tempio della lirica, siamo passati all'Ufficio Informazioni Turistiche dove trovare ogni tipo di utile suggerimento per la visita e poi, sempre comodamente nella zona pedonale, abbiamo raggiunto il celeberrimo Battistero.
Qui - a volte capita! - era in corso una cerimonia religiosa e quindi le visite erano sospese (ottima scusa per tornare a Parma!) e, visto che il freddo e la pioggerellina stavano diventando fastidiosi, ci siamo letteralmente infilati in un museo, il Museo Glauco Lombardi il cui ingresso affaccia sulla strada centrale.
Una vera meraviglia!
Allestito nell'antico Palazzo di Riserva, il museo ospita la ricchissima collezione di Glauco Lombardi (1881-1970) e raccoglie testimonianze storiche e artistiche di grande interesse su Maria Luigia d’Asburgo, divenuta moglie di Napoleone Bonaparte nel 1810.
Tra abiti sontuosi, stampe, arredi, gioielli, lettere, strumenti musicali e mille altri cimeli ci ha colpito - da buoni monzesi - la stampa riproducente la Corona Ferrea circondata dai nomi dei sovrani che la utilizzarono per la propria incoronazione, compreso Napoleone nel 1805.
Il Museo si sviluppa prevalentemente al primo piano, accessibile mediante un ascensore; le sale sono comodamente percorribili in sedia a rotelle con l'eccezione di due ambienti che presentano alcuni gradini (non abbiamo utilizzato il bagno, per cui non abbiamo indicazioni in merito all'accessibilità).
Descrizione immagine
Descrizione immagine
(Immagine tratta dal sito del Museo)
FOOD VALLEY GOURMET TOUR: LE ECCELLENZE DEL TERRITORIO
Dopo una giornata dedicata all'arte, non potevamo non concederci un fantastico tour alla scoperta dei grandi prodotti del territorio parmense: Parmigiano Reggiano, Prosciutto Crudo, vini dei Colli di Parma.
Grazie a Food Valley Travel, agenzia specializzata da oltre 10 anni nell'accoglienza turistica e nella valorizzazione del territorio, abbiamo potuto sperimentare la totale accessibilità anche con sedia a rotelle del percorso "Gourmet Tour", costruito in questo caso ad hoc sulle esigenze di chi si muove in sedia a rotelle grazie alla disponibilità di aziende del territorio che hanno scelto di rendere le proprie strutture accessibili a tutti.
Il tour - uno fra i tanti che l'agenzia propone a italiani e stranieri -  è iniziato direttamente dal nostro albergo dove ci ha raggiunto di buon mattino la nostra fantastica guida.
La pioggia non ci ha fermati: guidati da Sara, abbiamo lasciato Parma e seguito la Strada degli Argini del Torrente Parma per raggiungere la nostra prima meta, il Caseificio La Traversetolese.
Qui, opportunamente attrezzati, abbiamo potuto vivere un'esperienza unica e indimenticabile, tra i profumi intensi del latte e del formaggio in stagionatura: addentrandoci nel caseificio, abbiamo potuto assistere con emozione alla nascita della forma di Parmigiano, seguendo tutti i passaggi della lavorazione fino alla sala della stagionatura, una incredibile "cattedrale" di forme di Parmigiano Reggiano...
Tutta la struttura è accessibile, raggiungibile comodamente in auto fino all'ingresso, e offre anche uno spaccio ben fornito di prodotti del territorio, compresi i formaggi che i gentili proprietari vi fanno assaggiare al termine della visita, dopo aver ammirato i gesti sapienti di una tradizione tramandata da secoli.
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Lasciato il caseificio, ci dirigiamo verso i colli di Parma per una sosta fotografica ai piedi del Castello di Torrechiara che domina il borgo medievale, in uno scenario romantico caratterizzato dalla mole di quello che si può considerare senz'altro uno dei più impressionanti tra tutti i castelli della zona facenti parte dell'Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.
Qui il territorio si fa più ondulato e lungo i pendii dei colli cominciano ad apparire i filari di viti... quelle viti da cui si ricavano gli ottimi vini che abbiamo assaggiato al termine del percorso.
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Ma il tour non è ancora concluso: ci aspetta l'Azienda Viticola Carra di Casatico, posta sui colli vicino al castello di Torrechiara.
La moderna struttura in legno, realizzata nel rispetto della tradizione, ospita la cantina vera e propria dove vengono prodotti vini bianchi e rossi, tra cui un Colli di Parma Malvasia D.O.C. frizzante.
Accanto alla cantina si trova il ristorante dove si conclude il nostro Gourmet Tour con un eccellente pranzo degustazione a base di salumi e antipasti tipici, primi della tradizione e dolci fantastici, abbinati ai vini dell'azienda.
In conclusione: un'esperienza indimenticabile, intensa, coinvolgente per tutti i sensi e soprattutto davvero accessibile a tutti, condotta con passione e con i tempi giusti per poter godere di tutti i momenti dei tour.
Grazie ancora a Food Valley Travel per aver condiviso con noi questa esperienza che davvero consigliamo di provare!
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Vuoi altre informazioni sul turismo accessibile, su alberghi ed eventi accessibili a Parma e in provincia? Scoprile su www.parmaccessibile.org