Parmigiano Reggiano in stagionatura

Prosciutto e parmigiano: la Food Valley

Noi di Viaggiarepertutti amiamo scoprire l’Italia alla ricerca dei sapori più autentici e tradizionali. Per il nostro percorso dedicato alle eccellenze del territorio di Parma, Prosciutto Crudo e Parmigiano Reggiano, ci siamo organizzati per pianificare il nostro percorso gastronomico accessibile.

Abbiamo stabilito la nostra base logistica a Parma e di qui ci siamo mossi alla scoperta di caseifici e prosciuttifici fra le dolci colline parmensi…

Veder nascere il Parmigiano

La prima tappa del nostro percorso si svolge presso un caseificio completamente accessibile anche a persone con difficoltà motorie, il Caseificio La Traversetolese. Situato a pochi chilometri da Parma, il caseificio ha un comodo parcheggio interno e offre anche un piccolo negozio dove è possibile acquistare il parmigiano ma anche tutti i prodotti tipici del territorio.

Un’accurata visita guidata ci ha permesso di entrare nel cuore del caseificio: abbiamo seguito tutte le fasi della lavorazione del parmigiano, dalla cagliata nelle grandi caldaie di rame fino al momento in cui il formaggio comincia a prendere forma, visitando poi gli ambienti dove il formaggio letteralmente prende forma e viene creata la particolarissima fascia esterna che garantisce, insieme al marchio, l’autenticità del prodotto.

Al termine del percorso – dopo aver ammirato gli ampi ambienti dove centinaia e centinaia di forme vengono messe a stagionare – abbiamo ovviamente degustato un fantastico parmigiano, ma anche una deliziosa ricotta!

Nel regno del prosciutto crudo: Langhirano

Riprendiamo la strada per raggiungere la seconda tappa del nostro percorso nella Food Valley: passando accanto al bellissimo Castello di Torrechiara che domina la valle da un colle, abbiamo raggiunto Langhirano, patria del Prosciutto Crudo di Parma. Qui abbiamo scelto il Salumificio La Perla, un’azienda accessibile che offre un percorso guidato fra le diverse fasi di lavorazione del celebre prosciutto.

Il prosciutto nasce qui, in una zona caratterizzata da particolari condizioni climatiche che ne garantiscono la bontà e la delicatezza del gusto: abbiamo scoperto, per esempio, che tra le varie fasi di lavorazione è particolarmente importante l’operazione del sondaggio, un esame olfattivo che si effettua inserendo in vari punti della massa muscolare un ago di osso di cavallo, materiale che ha la particolarità di assorbire gli aromi del prodotto e poi riperderli con grande rapidità. Un esperto è in grado poi di “annuasare” l’ago e di capire se la stagionatura sta procedendo in modo corretto. Una sapienza antica tramandata da generazioni!

Anche qui, al termine del percorso, non poteva mancare una ricca degustazione!

Ospitalità: i nostri consigli

Hotel Forlanini52, un business hotel fuori dal centro cittadino di Parma che offre la comodità di un parcheggio antistante la struttura, spazi accessibili e un buon ristorante di qualità che propone piatti della tradizione.

Azienda Viticola Carra di Casatico: un ottimo indirizzo per concludere in bellezza una giornata di degustazioni di eccellenza. Una cantina dove assaggiare (e acquistare) vini del territorio rossi e bianchi ma anche un agriturismo che offre piatti locali accompagnati dai vini dell’azienda.

Pillole di accessibilità

Per il nostro tour esplorativo della Food Valley ci siamo rivolti a Food Valley Travel, un operatore specializzato nella valorizzazione del territorio che sì è occupato di individuare le strutture accessibili anche a ospiti “carrozzati”.